Service Platform
Chi ha a disposizione un citofluorimetro compatibile (vedi elenco) può acquistare direttamente il kit FirePlex. In alternativa, qualora non si abbia accesso alla strumentazione adatta o si voglia risparmiare il proprio tempo, è possibile avvalersi del servizio d’analisi Platform.
Tecnologia a particelle FirePlex per saggi multiplex

Scopri come la tecnologia a particelle FirePlex funziona in citofluorimetria per fornire vere analisi multiplex in modo altamente sensibile.
I nostri test multiplex consentono la misurazione simultanea di un massimo di 68 miRNA bersaglio in un unico pozzetto, per diversi campioni contemporaneamente. L’innovativa tecnologia delle particelle FirePlex rende possibile l’analisi multiplex e ne permette l’esecuzione mediante un comune citometro a flusso (contattate il ns servizio tecnico per verificare la compatibilità del vs citofluorimetro).

Le particelle sono costituite da un idrogel poroso e bioinerte che permette la cattura dell’analita in tutto lo spazio 3D della particella stessa. Rispetto alla tecnologia leader bead-based, la tecnologia FirePlex fornisce oltre 100x siti di legame per particella. Per quanto riguarda la cattura e il rilevamento degli acidi nucleici, questo significa un incremento di due logaritmi di dynamic range e circa 75x di aumento della sensibilità.

Le particelle contengono tre regioni funzionali distinte, ciascuna separata dall'altra da una regione spaziatrice inerte. La regione centrale per la quantificazione dell'analita contiene le sonde che catturano il miRNA bersaglio. Le due zone alle estremità costituiscono le due metà di un codice per distinguere particelle differenti.

Come vengono lette le particelle dal citofluorimetro?
Quando le particelle passano attraverso il citofluorimetro, appaiono come una serie di tre eventi. Separando la regione di quantificazione dell’analita da quelle recanti l’informazione per la decodificazione delle particelle, viene ridotto il cross-talk tra i canali e si elimina il bisogno di compensazione.
In questo modo il citometro a flusso e il software FirePlex Analysis Workbench usano l’informazione da queste tre regioni per generare i dati quantitativi per ogni miRNA target.

 

 

La presenza di particelle viene rilevata nel canale del verde
Gli eventi di tutte e tre le regioni vengono rilevati nel canale del verde ad indicare la presenza di una particella.

L’intensità di fluorescenza nella regione centrale determina la quantità miRNA
Il citometro a flusso rileva il segnale fluorescente al centro della particella nel canale del rosso. Questo viene prodotto dal miRNA bersaglio marcato e catturato dalla particella ed è proporzionale alla quantità di miRNA presente nel campione.

Il codice fluorescente per distinguere i diversi miRNA
Contenendo due regioni terminali a diverse intensità di fluorescenza, un codice-particella è generato nel canale del giallo. Sono possibili fino a 70 codici e in ogni pannello ad un singolo miRNA viene assegnato uno solo di questi codici in modo tale che il singolo dato ottenuto  in un miscela di particelle sia correttamente attribuito al miRNA specifico.

Il software per la composizione dei dati
Dopo l’acquisizione il software FirePlex Analysis Workbench raccoglie gli eventi dalle tre regioni di ogni particella e li rielabora in un singolo evento, fornendo in risposta i dati di abbondanza di ogni singolo miRNA.

Vera capacità multiplexing
La tecnologia a particelle FirePlex permette un vero multiplexing; cioè la capacità di misurare molteplici miRNA nello stesso pozzetto, senza separazione fisica del campione. Le particelle consentono questo in quanto contengono il codice-particella per l’identificazione del singolo miRNA e una regione separata per la quantificazione dell’analita.

Una miscela di particelle - ognuna specifica per un particolare miRNA bersaglio - viene aggiunta a ciascun pozzetto per catturare fino a 68 miRNA bersaglio. Il software FirePlex Analysis Workbench distingue poi tra i miRNA utilizzando  il codice particella e  combina  questa informazione con il segnale della regione centrale di quantificazione  dell’analita per fornire i dati di quantificazione di ogni singolo miRNA.

Il mix di particelle aggiunto ad ogni pozzetto contiene in media 20 particelle specifiche per ciascun miRNA. Questo permette 20 letture per ogni miRNA misurato per un massimo di 1.360 punti per pozzetto.

Prodotti Gianni è l’unico distributore autorizzato Abcam per l’Italia